vinci vinci con vivincì.. – fotografare uno splash, attempt 1.

metti un giorno di pioggia in cui andrea e giuliano non incontrano licia per caso, e nemmeno a farlo apposta.

(che però poi è uscito il sole, ma faceva un freddo cane lo stesso) (bau :ù)

metti che il libro di sociologia dei mass media ti guarda in cagnesco (bau bau :ù) , ma a te del modello di shannon e weaver non te ne può fregare di meno, e preferisci pensare alle vacche in puglia.

(che però poi ho studiato, perchè sono una bimba diligente e non voglio finire a fare la abbacianda agricola) (su questo magari ci torniamo un’altra volta)

metti che ti sei alzata dal letto con un doloretto poco rassicurante alle tonsille e il naso tappato, e dopo aver lanciato improperi alla tua metà per averti attaccato il colera ti sei messa a setacciare la casa alla disperata ricerca di un’aspirina.

(che però poi m’è andata di culo come al solito e si è rivelato un altro di quei miei raffreddori miracolosi lampo che sfogano in meno di sei ore) (sono la donna dei miracoli, ebbene sì. il terzo segreto di fatima sono io O.o)

metti che in casa tua non c’è niente che assomigli ad un’aspirina, e soprattutto niente che non sia scaduto da almeno un anno e sei mesi ___-“ qual è il miglior peggior modo di consumare una scatola di vivin C scadute nel 2007?

(no, sul serio, continuate a leggere, giuro che all fine di questo tragico sproloquio c’è un tutorial. lo giuVo!!)

beh, m’è presa questa insana idea di cimentarmi con gli splash – shots.. che magari hanno anche un nome loro, ma io non so qual è e per me si chiamano splàscsciòtt.

il risultato ovviamente è quello della foto che ho messo in testa al post. certo, fa un pò vomitare i polli (sì, i polli si sono stancati di ridere e hanno iniziato a dare di stomaco. tragedia T_T), ma è il primo esperimento, perciò siate clementi.

anyway, cosa ci serve per fare questa roba?

° una macchina fotografica (scommetto che questa non ve l’aspettavate.. colpo di sceMa!)

° un trepppiedi (come al solito più P ha e meglio è)

° un bicchiere colmo fino all’orlo di acqua o di qualsiasi altro liquido (quella dell’acqua è una soluzione molto paracula se è la prima volta che ci provate, perchè schizzerà tutto dappertutto, e secondo me se proprio dovete passare la mezz’oretta successiva a lavare via the/caffè/latte dai pensili della cucina almeno deve valerne la pena). il bicchiere/tazza/tazzina/tazzona deve essere il più resistente possibile, perchè l’idea di raccogliere cocci infranti dal pavimento ci entusiasma poco.

° qualcosa da tirarci dentro per fare splash. è di fondamentale importanza che questa fantomatica ‘cosa’ sia piccina, morbida e assai poco pesante, sempre perchè il bicchiere sarebbe meglio che sopravvivesse all’esperimento, che se no ci si scompagna il servizio. io ho usato una vivinC scaduta (così scaduta che messa in ancqua non faceva nemmeno le bollicine.. che tristezza immane T_T), ma non dovete per forza avere il raffreddore per fare questa cosa. perciò si potrebbe optare per.. che so.. un pezzo di biscotto, o una caramella (una morbida fruit joy a cui resistere non puoi ♪ ), specie se usate un liquido opaco.

dunque. piazzate la macchina in cima al treppiedi e inquadrate il bicchiere pieno (nota – se il bicchiere è mezzo vuoto non va bene, perciò siate ottimisti) (ah, quanto mi sento simpatica stasera XD ). mettete a fuoco sull’orlo del bicchiere, impostate tempi di esposizione più brevi possibili (tipo 1/640), anche se per farlo dovrete alzare gli ISO a 1600. potreste usare il flash, o anche no. l’uso del flash ha di buono che potreste anche evitare di alzare troppo gli ISO, ma ha di contro che potreste trovarvi il riflesso sparaflèsciato nella tazza, quindi andateci piano. impostate la modalità di scatto a raffica, e quando è tutto pronto tirate il peso nell’acqua. ora, mi rendo conto che beccare il momento giusto in cui le goccioline schizzano fuori dal bicchiere è difficile, specie se la vostra macchina non ha una raffica di scatto poi così veloce e col flash vi si impalla tutto.. è una questione di cordinazione (e di culo), e purtroppo non ho perle di saggezza che possano aiutarvi. vi tocca sperimentare, ed è questa una delle ragioni per cui la prima volta suggerirei di usare dell’acqua. in linea di massima se lanciate il peso nello stesso momento in cui premete il pulsante di scatto dovrebbe andare.

uhm, mi sembra di aver detto tutto. ovviamente vi consiglio di usare lenti che vi consentano una distanza focale non inferiore a 50mm, che se no la vostra fotocamera si fa un bel bagno anche lei e noi non lo vogliamo. stamattina avevo già innaffiato abbastanza il bagno (sì, perchè io un buon 75% dei miei esperimenti li faccio in bagno.. pregasi di non equivocare u.u), ma la prossima volta provo con qualcosa di più artistico.

intanto vi saluto, che mi si seccano le patate su farmville (no, sto scherzando). arriveròrci.

*northern star°

ps: la direzione declina ogni responsabilità per gli eventuali servizi di bicchieri andati in pezzi.

|| flickr || twitter || facebook ||

Advertisements

22 risposte a vinci vinci con vivincì.. – fotografare uno splash, attempt 1.

  1. italida ha detto:

    ma muhauhauhauhauhauhaauhauhauhauhauhauh!!!! Cioè, ti giuro, mi sto scompisciando dalle risate!! ma tu sei troppo avanti! :’D tra poco lo splàscsciot lo faccio io con le lacrime, per quanto sto ridendo.

    Ok, euforia a parte, non sai quaMMte, ma quaMMMte volte ho provato a immortalare ste benedette gocce di acqua, ma ancora non c’ stato verso… magari adesso che ho la reflecs tutto cambia, che ne sai… proviamo, proviamo… :D

    [ps: anche a casa mia ci sono pomate e medicine che risalgono all’anteguerra mauauhahauh]

    • ridi della mia insanità mentale? :D
      oggi ho replicato la tragedia. ma stavolta col caffè. ah, che idea simpatica ho avuto. ripulire le macchie dalle piastrelle è stata una delle esperienze più emozionanti della mia giovane vita T_T
      poi ho avuto un incidente diplomatico con i biscotti.. per qualche strana ragione continuavo a mangiarli invece di tuffarli nella tazza. ho scofanato mezzo pacco prima di scattare. che deprèscion T_T

      in realtà a beccare le gocce che sgocciolano dal rubinetto non riesco più nemmeno io con la reflex. con la compattina veniva una meraviglia *_* credo sia perchè mi manca il macro. il problema è che costa quanto casa mia, quindi mi sa che per ora risolveremo in altro modo. magari chiamando l’idraulico.

  2. Chiara ha detto:

    ahahahahah XD
    non so se avrei mai il coraggio di provare una cosa simile (pulire tutto intorno dopo? non ci piace!), ma il tutorial è spassosissimo XD

  3. Sil ha detto:

    “sempre perchè il bicchiere sarebbe meglio che sopravvivesse all’esperimento, che se no ci si scompagna il servizio”

    ahahah, sono piegata in due :’) ti è sopravvissuto il bicchiere? divertentissimo questo post, molto simpatico!!!

  4. manu ha detto:

    nn ci riuscirò mai…. T____________T
    ma grazie per questo tutorial, è fortissimo!

  5. Lesa Junior ha detto:

    muahahahah pvoveremo!

  6. endogenesi ha detto:

    Obbiettivo per domani. Provare gli splacsciot… prima delle pulizie settimanali s’intende. così è tutto ok! :D
    (ho scoperto che sei du DA. Strano non averti mai trovata prima!)

    • se vuoi cimentarti nel fantastico mondo degli splasciòt macchiapiastrelle ti consiglio di impacchettare bene tutta la casa. magari avviluppa tutto nel cellofan (come in dexter quando lui squarta la gente, hai presente? se non hai presente abbicelo (abbicelo? uhm..), che è il mio telefilm preferito e quindi bisogna guardarlo). ci perderai un’ora, ma ne varrà la pena :D
      suppergiù sono su deviant art, sì.. però non ci amiamo poi molto. un giorno interromperemo la nostra relazione, e lo scriveremo anche su fèisbuk. in realtà io amo flickr, il resto è noia (nel senso che mi annoio di star dietro a deviantart, anche perchè la metà delle volte mi ci vuole mezz’ora a caricare la pagina e poi mi si impalla tutto T_T)

  7. endogenesi ha detto:

    Ancora no, ma i miei progetti sono quelli di iscrivermici!

  8. Paola ha detto:

    ehm..devo dirti una cosa,northernstarandthewhiterabbit, io….ehm….ho avuto la brillante idea di eseguire un tuo tutorial…ossia lo splashtime..ma con scarsi risultati…il bicchiere madeikea si è frantumato, ahahaha non ho preso bene la mira e il mio oggetto contROundente ha beccato in pieno il bordo del bicchiere….quindi il mio esperimento è uscito a metà….Non posso farci nulla, ora vedo il mio bicchiere mezzo vuoto. posterò su flickr l’immagine del mio bicchiere rotto, e se posso ti taggherò così lo vedrai(siamo amici su flickr). ah, e mi invii il tuo indirizzo di casa così potrai ripagarmelo (auahahahauaahahahahh)
    comunque non mi perdo d’animo, mi stai simpaticissima per cui continuerò a tenere d’occhio il tuo tutorial!
    Paola (KRIPAX su flickr)

  9. Luna ha detto:

    Allora, prima di tutto complimenti per come scrivi, mi sono veramente divertita :)
    questi tutorial sono molto utili, proverò anche io a realizzare questa foto seguendo i tuoi consigli :)
    ti seguirò..
    un bacio

    • graaaazie :D
      (giuro che non la conosco, eh! non l’ho pagata per farmi fare i complimenti, lo giuVo +__+)
      beh, non mi resta che dirti benvenuta e buona permanenza, e speriamo che le mie insulsaggini possano esserti utili in qualche modo
      (oltre che a provocare nausea e conati di vomito, si intende)

  10. Luna ha detto:

    Mi saranno utili di sicuro!
    sono anche su flickr http://www.flickr.com/photos/dolce_nera87/
    baci

  11. Ciao CaVissima!
    Complimenti per il tutoooooorial e anche per la parte introduttiva molto molto molto molto simpatica! :D
    Ci proverò anche io a fare sti splàscsciòtt.. Magari non oggi che sono a casa malata e appena mi alzo…. (beh non entriamo nei dettagli, sintetizzo dicendo che: sto male! :D)
    Grazie per i consigli (spero utili, ma quantomeno divertenti!)!
    Ciao :D
    Sono anche quì: http://www.flickr.com/photos/fededozza/

    • graaaaazie :D (pensavo di essere solo molto molto molto stupida, mi stai rinQuorando. no, sul serio :D)
      attenderemo trepidanti i tuoi tentativi di splàsciòtttt, ma intanto pensa prima a guarire, mi raccomando*. oppure potresti splàsciare un cucchiaio di sciroppo per la tosse, tipo.. ma non so quanto mi senti di consigliarti questa cosa :ù
      a presto :)

      *cielo, mi sono appena accorta che il commento è di quattro giorni fa. ahem, spero tu sia guarita, intanto. altrimenti ti raccomando al mio sciamano di fiduZia :D

  12. teo6corde ha detto:

    eccezionale questo tutorial spacca alla grande!!!!! e poi oltre ai consigli tecnici che non vedo l’ora di mettere in pratica appena torno dall’università, mi hai fatto scompisciare alla grande. Ti ho aggiunta ai contatti su Flickr e visto che sono nuovo ho fatto super bene, diVei più che bene! ahahah

    • gVazie, sono commoFFa :°)
      (non ho tutti questi difetti di pronuncia, lo giuro)
      (in realtà penso che quelli di pronuncia siano gli unici difetti che mi mancano)
      (e non mi trovo nemmeno così simpatica)
      (si vede che manco totalmente di autostima?)
      aspettiamo di vedere i tuoi splash, e ti ricordiamo che la sottoscritta non si assume alcuna responsabilità in caso di bicchieri che vanno in pezzi, case che si allagano, et similia.

      :D

  13. […] la sottoscritta vi consiglia spassionatamente di non fare mai una cosa del genere.. a meno che non vi entusiasmi l’idea di passare mezz’oretta buona a lavar via macchie di caffè dal pavimento. però è anche divertente, perciò se volete provarci ho scritto tutto qui 🙂 […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: